• Alta Formazione
    Master GEOMATiK
    Applicazione di software open source nella gestione del territorio
    2016/2017 - II Edizione - Durata 900 ore - Stage in azienda - MIL07

Obiettivi

logo_geomatikIl master GEOMATiK – Applicazione di software open source nella gestione del territorio è mirato ad accrescere le competenze tecniche nell’uso di programmi professionali, disponibili con licenza gratuita, e nella loro applicazione a svariati problemi di gestione del territorio.

L’edizione 2017 del master GEOMATiK ha come obiettivo l’applicazione di software open source nella valutazione della pericolosità e nella gestione del rischio sismico. Il percorso formativo si struttura attraverso moduli teorico-pratici, focalizzati sull’intero spettro disciplinare e applicativo che si sviluppa sullo studio dei terremoti.

Una dei principali criticità che limitano la diffusione e il radicamento di una solida cultura della prevenzione del rischio sismico risiede nella difficile comunicabilità tra Enti di ricerca e istituzioni, tra tecnici e cittadini, tra media e cittadini e, addirittura, tra i tanti tecnici specializzati in diversi settori, che rientrano a vari livelli nella “filiera di gestione” del rischio.

Sono molte infatti le professionalità e le aree tecnologiche che entrano in gioco quando si parla di studio e mitigazione dei georischi. Negli ultimi anni, per esempio, sta assumendo un peso sempre maggiore il settore dell'Aerospazio nell'osservazione della Terra, con l'obiettivo di raccogliere dati spaziali su ampi areali e con precisioni crescenti. Infatti sta assumendo un ruolo guida proprio il remote sensing (studio della Terra da remoto, mediante l’impiego di satelliti o droni) nella previsione dei rischi naturali (alluvioni, frane, terremoti, incendi ecc.), nella misura delle deformazioni superficiali, nella salvaguardia delle risorse idriche per uso agricolo, nell’identificazione di aree a maggiore pericolosità. L’elenco prosegue a cascata, coinvolgendo ambiti sempre nuovi e altamente specializzati, come ad esempio il monitoraggio non invasivo di fenomeni di degrado e di dissesto su beni culturali e ambientali (geositi).
Inoltre la notevole mole di dati raccolti richiede nuove infrastrutture tecnologiche per la loro gestione. In particolare, a tal riguardo, vanno attenzionate le tecnologie ICT per l'acquisizione, la fruizione, il recupero, la catalogazione, la divulgazione e la condivisione di beni ambientali. Con le tecnologie GIS-cloud è invece possibile trattare la gestione integrata, la condivisione e la comunicazione dei big data raccolti. Per favorire la condivisione e la fruizione dei risultati degli studi di settore si prevede infine un uso più diffuso di sistemi Open Data.

La scienza dei terremoti infatti, nella sua visione più completa, richiede l’integrazione di molteplici professioni: i geologi e i geofisici studiano le sorgenti sismiche (faglie) e i fenomeni naturali indotti (frane, tsunami, liquefazione dei terreni ecc.); gli ingegneri subentrano nella progettazione delle strutture e nella pianificazione; gli storici e gli archeologi aiutano nella ricostruzione di eventi sismici del passato, per meglio definire la pericolosità. Essi sono sovente obbligati a dialogare tra loro per scambiarsi informazioni, dal momento che ogni disciplina ha ampi campi di sovrapposizione con le altre.

Oggigiorno, inoltre, assume un peso sempre crescente il ruolo del remote sensing (studio della Terra da remoto, mediante l’impiego di satelliti o droni) nella misura delle deformazioni superficiali e nell’identificazione di aree a maggiore pericolosità. L’elenco prosegue a cascata, coinvolgendo ambiti sempre nuovi e altamente specializzati.

Ed è proprio questa forte impronta specialistica a rendere spesso complicata la comunicazione e lo scambio di know how tra gli esperti. Ogni attore presente nella filiera di riduzione del rischio dovrebbe aver chiari i principi di tutte le discipline che vi rientrano, così da sviluppare una visione olistica, integrata ed empirica di questo ambito particolare. La riduzione del rischio sismico infatti è un obiettivo così complesso che, se si vuol conquistare, deve necessariamente essere inquadrato in una rete di collegamenti virtuosi tra i diversi fronti della ricerca scientifica e degli studi sociali.

Gli allievi quindi, ognuno specializzato in un determinato settore, acquisiranno basi teoriche e competenze pratiche anche negli altri, vale a dire in geologia, geofisica, telerilevamento (da satellite e attraverso i droni), GIS, pianificazione territoriale, normativa e tecniche di costruzione, gestione delle emergenze, prevenzione.

Al termine del percorso formativo, verranno modellati professionisti specializzati nella gestione del rischio sismico, capaci di interpretare e manipolare – siano essi geologi, ingegneri o fisici – dati e informazioni spaziali e non, relativi a tutti gli ambiti applicativi precedentemente elencati, attraverso l’uso mirato di software open source. In tal modo, i partecipanti aumenteranno la loro capacità di lavorare in gruppo e di inserirsi in contesti occupazionali trasversali all’interno di questo particolare campo di interesse.

Requisiti minimi di accesso

Il Master è riservato a candidati in possesso di Laurea triennale e/o specialistica e/o vecchio ordinamento in: geologia, fisica terrestre, ingegneria e laurea in scienze forestali e agrarie. E' facoltà della commissione di selezione ammettere laureati o diplomati universitari di altre provenienze, purché compatibili con il percorso didattico e/o dotati di curriculum vitae coerente con lo stesso. 

Metodologie didattiche

Le metodologie didattiche sono state progettate per favorire una partecipazione attiva e il contributo personale di ciascun partecipante: le lezioni d’aula tradizionali vengono integrate con lo studio di progetti e realizzazioni, simulazioni, esercitazioni guidate, seminari, testimonianze di progettisti o consulenti esperti del settore, lavori di gruppo e lo studio individuale. Durante il master, agli allievi viene offerta l'opportunità di entrare in stretto contatto con il mondo aziendale, mediante lo svolgimento di progetti, analisi e visite sul campo.

Valutazione dell'apprendimento

Le modalità di valutazione sono coerenti con i contenuti e i metodi didattici sviluppati nel programma, per verificare non solo l’acquisizione delle conoscenze specifiche, delle capacità di analisi e di sintesi, ma anche l’attivazione di comportamenti orientati al lavoro di gruppo, al raggiungimento degli obiettivi e al rispetto delle scadenze. L’apprendimento di ciascun insegnamento (modulo didattico) è valutato mediante prove individuali scritte o esercitazioni di gruppo. A tale scopo, è previsto l’impiego di metodologie di rilevazione, che consentono di identificare lo sviluppo delle competenze di ciascun partecipante, lasciando spazio per interventi di supporto mirati da parte dello staff e dei docenti.

Certificazioni

Al termine del Master verranno rilasciati l'Attestato di Frequenza/Partecipazione di Master che attesta la specializzazione che attesta la specializzazione in Geomatik, la certificazione Eipass 7 Moduli User, titolo che attesta le competenze intermedie nell’utilizzo degli strumenti dell’ICT dei partecipanti, valido per il riconoscimento di punteggio nell’ambito scolastico, universitario e concorsuale.

Docenti

Le lezioni saranno tenute da docenti, professionisti ed esperti nel settore con esperienza pluriennale negli argomenti e nelle tecniche oggetto del corso. Il Master è diretto da Studiodomino srl .

Stage

Lo stage sarà svolto presso enti pubblici o privati, partner di Studiodomino, impegnati in settori inerenti agli obiettivi del Master.

Durata

Il percorso formativo ha una durata totale di 900 ore di formazione così suddivise:

- attività didattica in aula: 350 ore

-  e-learning: 150 ore

-  studio individuale:  150 ore

- stage e azioni sul campo: 250 or

Il Master inizierà ad Aprile 2017 e si concluderà entro Dicembre 2017.

Costi di partecipazione, voucher e borse di studio

Il master ha un costo complessivo di 10.000,00 euro. Per l’accesso al Master di I livello non universitario è possibile usufruire di voucher formativi o altri finanziamenti se disponibili al momento dell’iscrizione definitiva o successivamente. 

Manifestazione di interesse

Se sei interessato a partecipare a questo corso di Alta Formazione, registrati sul modulo presente a questo link


Altri Master I livello a Potenza